Logo del 2Effe Medica Center, il Poliambulatorio di Roma San Pietro 2Effe Medical Center
Poliambulatorio Roma

2EFFE MEDICAL CENTER

Endocrinologo Roma

Endocrinologo Roma per la prevenzione e il trattamento di ipertiroidismo, ipotiroidismo e tutte le patologie delle ghiandole endocrine a secrezione interna quali tiroide, ipofisi, timo e molte altre. Scopri di più su come prenotare una visita con il Miglior Endocrinologo di Roma presso il poliambulatorio 2Effe Medical Center.

LO SPECIALISTA

Miglior Endocrinologo di Roma: che cosa fa?

L’endocrinologo è il medico specialista che si occupa di diagnosticare e trattare i disturbi legati alla carenza o all’eccesso di uno o più ormoni del nostro organismo. L’endocrinologia medica si avvale soprattutto di test di laboratorio e immagini per diagnostica come l’ecografia tiroidea. Grazie a tali strumenti è possibile rilevare anomalie nel funzionamento della ghiandola interessata. Oltre alla visita endocrinologica tiroide, potrebbe essere necessaria una visita endocrinologica per acne, una visita endocrinologica per diabete o una visita endocrinologica per osteoporosi. 

In ogni caso, nel corso della prima visita endocrinologica, lo specialista procede innanzitutto con una valutazione dell’anamnesi del paziente. Raccoglierà informazioni utili sullo stile di vita del paziente, sintomi e familiarità con patologie endocrine. In tale fase sarà molto utile per l’endocrinologo poter visionare precedenti cartelle cliniche a disposizione del paziente e analisi dei livelli della glicemia, del colesterolo o degli ormoni tiroidei.

A seguire, il medico esegue una valutazione obiettiva che consiste nel rilevare altezza e peso del paziente, misurazione della pressione sanguigna e pulsazioni, auscultazione con stetoscopio per esaminare polmoni e cuore e ricerca di eventuali noduli e protrusioni su addome e collo tramite palpazione. Nel caso il paziente sia affetto da diabete, l’endocrinologo misurerà la glicemia con il glucometro. Nel caso invece si tratti di una visita alla tiroide, l’endocrinologo può eseguire un’ecografia tiroidea per rilevare noduli, cisti e indagare in maniera più accurata sulla situazione del paziente. 

Scopri di più sul miglior endocrinologo Roma che visita del nostro centro, il Dottor Andrea Palombo e contattaci per prenotare la tua visita endocrinologica.

Intervista al Dott. Palombo - LEGGI

Quando andare dall’endocrinologo?

Quali sono le patologie per le quali uno dovrebbe un attimo dire: “Forse è il caso che faccio una visita”?

“Ovvio che, se c’è una problematica a livello tiroideo che si scopre anche per caso, perché nella maggior parte questo accade, ovvero che magari uno fa una ecografia dei vasi del collo, il senologo passa l’ecografo, la sonda su a livello della tiroide e vede delle alterazioni, allora certo che può valere la pena sia fare gli esami che fare la visita con l’endocrinologo.

In questi casi come screening è un discorso poi relativo, nel senso che lo screening soprattutto avviene per la problematica tiroidea, che poi non è uno screening totale. Ovvio che, essendo la problematica tiroidea, soprattutto in Italia, molto, molto diffusa, può valere la pena a prescindere, soprattutto già dopo una certa età fare almeno per una volta gli esami della tiroide e gli anticorpi e un’ecografia della tiroide. Questo a prescindere da tutto.”

Come ci si accorge di avere un problema alla tiroide?

“Ovvio che, se in famiglia c’è già un parente di primo grado che ha avuto un problema tiroideo, assolutamente è consigliato fare almeno una valutazione di screening a prescindere dal fatto che uno stia bene o male. Questo perché il nodulo della tiroide nella stragrandissima maggioranza dei casi è completamente asintomatico. Quindi uno screening anche per valutare un’ecografia a tempo perso, soprattutto se c’è una familiarità o una storia di esposizione a radioterapia, radiazioni ionizzanti o già delle altre patologie autoimmuni che si possono associare ovviamente ad altre patologie autoimmuni, tra cui quelle della tiroide, può valere la pena fare uno screening.

Poi è ovvio che, come ho spiegato prima, se ci sono problematiche legate al metabolismo che nonostante uno provi a fare una dieta fatta bene, provi a fare attività fisica e nonostante questo ci sia addirittura l’incremento ponderale, una difficoltà nella perdita di peso, uno screening per valutare se ci siano problematiche ormonali alla base del problema può valere la pena. Stesso discorso per chi ha tachicardia, alterazioni, queste cose qui. Può valere la pena fare una valutazione endocrinologica dal punto di vista degli ormoni. Ovvio che se sono normali un po’ decade poi la visita endocrinologica.”

Se ho problemi di pressione devo andare dall’endocrinologo?

“Soprattutto nel giovane, a meno che non ci siano problemi metabolici, se c’è un giovane di 30, 35 anni che è obeso, che è già diabetico o comunque sta sviluppando problematiche da sindrome metabolica, avere la pressione alta purtroppo sta diventando meno strano di prima, ma questo è legato più che altro alle abitudini alimentari. Se si soffre di pressione alta, soprattutto nel giovane, o scarsamente controllata dalla terapia farmacologica, può essere utile in questo caso fare una valutazione endocrinologica, perché soprattutto per quanto riguarda le problematiche del surrene, ci possono essere appunto ormoni prodotti dal surrene che possono provocare l’aumento di pressione arteriosa indipendentemente dalla terapia farmacologica o dalle abitudini del paziente. Quindi anche se si soffre di pressione alta, scarsamente controllata dalla terapia farmacologica o con magari picchi pressori senza senso, può essere utile escludere forme secondarie di ipertensione, a parte l’ipertensione classica, essenziale che ci può stare.”

Se ho problemi mestruali devo andare dall’endocrinologo?

“Può essere utile fare una valutazione anche relativamente a disturbi del ciclo, non tanto nell’ipermenorrea o comunque nella polimenorrea, dove il ciclo viene spesso, perché lì è più legato a problematiche ginecologiche, fibromi o cose particolari. Più che altro, se non viene il ciclo per molto tempo, quindi un’oligomenorrea, per cercare di capire i motivi per cui il ciclo sta venendo meno spesso o almeno escludere che ci possa essere alla base sia una problematica endocrinologica, sia magari una sindrome dell’ovaio policistico, che è comunque di interesse endocrinologico meno grave rispetto ad altro.

Quindi, disturbi del ciclo, pressione alta, sintomi legati al metabolismo sono tutte cose per cui può essere indicato fare una valutazione endocrinologica, tralasciando in chi fa dei farmaci che possono provocare problemi alla tiroide. Penso a quei farmaci antiaritmici che si utilizzano per le fibrillazioni atriali, in particolare dell’anziano che può provocare problematiche a livello tiroideo. Penso ad alcuni anche farmaci che si utilizzano, degli anticorpi che si utilizzano per la sclerosi multipla, in generale antitumorale, interferone o tutti i farmaci oncologici degli immunoterapici, nuovi che “smodulano” la risposta immunitaria per quanto riguarda i tumori, soprattutto avanzati, che però si è visto, soprattutto all’inizio della terapia, che possono provocare problematiche endocrine anche maggiori a livello funzionale. Ovvio che, in questi casi, in teoria, se uno fa questi tipi di farmaci è seguito in un centro oncologico di II livello. Quindi è comunque controllato anche in ambito “ospedaliero”. Ma magari uno non lo sa e giustamente deve fare una valutazione endocrinologica. Quindi sì.”

Visita Endocrinologica: in quali altri casi è bene fare uno screening?

“Ovviamente uno che ha avuto una colica renale dovrebbe fare una valutazione del calcio. Dopo i 65 anni, fare una MOC. Qui si entra un po’ in sovrapposizione con l’ortopedico. Quindi per carità! Però comunque ci possono essere delle osteoporosi e anche l’endocrinologo si occupa di osteoporosi, sia di base, sia su base secondaria. L’osteoporosi può essere conseguenza di un problema tiroideo, può esserne una conseguenza per un problema di cortisolo, può esserne una conseguenza per l’incremento del paratormone e del calcio. Quindi anche per chi ha un’osteoporosi in età giovanile, chi si fa una frattura spontanea senza motivo, può essere utile fare una valutazione endocrinologica. Si spazia molto.”

Andrea Palombo

Andrea Palombo

Endocrinologo

I TRATTAMENTI

Cosa fare se ho un problema alla tiroide?

Per sapere cosa fare se si ha un problema alla tiroide o ad un’altra ghiandola endocrina del nostro organismo, c’è bisogno di una valutazione del medico endocrinologo. Prenotando visita endocrinologia ed ecografia, il medico specialista potrà verificare lo stato di salute della tua tiroide. Scopri gli strumenti diagnostici e le metodiche di trattamento dell’endocrinologo Roma Nord che puoi trovare nel poliambulatorio di 2Effe Medical Center.

LE PATOLOGIE

Endocrinologo Tiroide Roma:  a cosa serve una visita endocrinologica?

La tua visita endocrinologica Roma sarà una visita specialistica finalizzata a valutare le funzionalità delle ghiandole a secrezione esterna presenti nel nostro organismo. Tra queste ci sono tiroide, paratiroidi, timo, ghiandole surrenali, ipofisi, epifisi cerebrale e altre. L’endocrinologo valuterà la presenza o la possibile comparsa di disturbi che colpiscono tali ghiandole. Nel caso in cui a seguito di specifici esami siano stati rilevate anomalie, allora potrebbe essere necessario prenotare una visita endocrinologica al fine di stabilire la presenza o meno di squilibri o malattie endocrine. Naturalmente pazienti interessati da disturbi cronici come ipertiroidismo o ipotiroidismo, dovranno fare periodicamente visite di controllo alla tiroide al fine di monitorare la situazione.  Una visita specialistica endocrinologica di controllo sono consigliate anche per:

  • bambini e ragazzi tra gli 11 e i 21 anni al fine di rilevare anomalie in fase di crescita
  • donne dopo i 50 anni di età in quanto soggette ai naturali cambiamenti ormonali legati all’insorgere della menopausa
  • donne incinte, soprattutto se diabetiche, in quanto la gravidanza può costituire un grande sconvolgimento ormonale.

Parla con il tuo medico di famiglia e scopri se hai bisogno anche tu di una visita endocrinologica.

📉 STRUMENTI DIAGNOSTICI

L’endocrinologo nell’eseguire una valutazione obiettiva della situazione del paziente, potrà avvalersi a seconda dei casi, dei seguenti strumenti diagnostici:

 

    🩺 TRATTAMENTI

    Le metodiche di trattamento del nostro specialista includono:

     

    • Visita endocrinologica strumentale e manuale

        🔬 PATOLOGIE

        Le patologie trattate includono:

        • Tiroidite di Hashimoto
        • Morbo di Graves Basedow
        • Ipo/ipertiroidismo
        • Gozzo tossico e non tossico
        • Nodulo tiroideo
        • Adenomi surrenalici
        • Iperaldosteronismo
        • Sindrome di Cushing
        • Feocromocitoma
        • Sindrome surrenogenitale
        • Ipopituitarismo e deficit tropinici isolati
        • Acromegalia
        • Malattia di Cushing
        • Prolattinomi
        • Iperparatiroidismo primario/secondario
        • Tumore a tiroide, surrene o ipofisi
        • Neoplasie endocrine multiple
        • Osteoporosi e malattie del metabolismo del calcio
        • Ipovitaminosi D
        • Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)
        • Irsutismo
        • Irregolarità mestruali
        • Sindrome metabolica ed obesità
        • Dislipidemie

           

          📉 STRUMENTI DIAGNOSTICI

          L’endocrinologo nell’eseguire una valutazione obiettiva della situazione del paziente, potrà avvalersi a seconda dei casi, dei seguenti strumenti diagnostici:

           

            🩺 TRATTAMENTI

            Le metodiche di trattamento del nostro specialista includono:

             

            • Visita endocrinologica strumentale e manuale

                🔬 PATOLOGIE

                Le patologie trattate includono:

                • Tiroidite di Hashimoto
                • Morbo di Graves Basedow
                • Ipo/ipertiroidismo
                • Gozzo tossico e non tossico
                • Nodulo tiroideo
                • Adenomi surrenalici
                • Iperaldosteronismo
                • Sindrome di Cushing
                • Feocromocitoma
                • Sindrome surrenogenitale
                • Ipopituitarismo e deficit tropinici isolati
                • Acromegalia
                • Malattia di Cushing
                • Prolattinomi
                • Iperparatiroidismo primario/secondario
                • Tumore a tiroide, surrene o ipofisi
                • Neoplasie endocrine multiple
                • Osteoporosi e malattie del metabolismo del calcio
                • Ipovitaminosi D
                • Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)
                • Irsutismo
                • Irregolarità mestruali
                • Sindrome metabolica ed obesità
                • Dislipidemie

                   

                  Endocrinologo Roma: quali malattie tiroide cura

                  Il sistema endocrino può essere interessato da diversi tipi di patologie. Tra queste sono incluse tutte le malattie morfofunzionali della tiroide, del surrene, dell’ipofisi e delle paratiroidi. Tra le più trattate ci sono anche diabete, osteoporosi e disturbi metabolici. Nel blog di 2Effe Medical Center puoi trovare articoli informativi su alcune di queste patologie, le nuove metodiche disponibili per la loro cura e soprattutto indicazioni utili su come fare prevenzione.