Logo del 2Effe Medica Center, il Poliambulatorio di Roma San Pietro 2Effe Medical Center
Poliambulatorio Roma

Dott. Arturo Carluccini

Urologo 

FORMAZIONE

Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma.

Specializzazione in Urologia e in Chirurgia Generale conseguita presso il medesimo ateneo.

ESPERIENZE

Ha svolto la sua attività come volontario presso l’Ospedale San Giovanni Addolorata di Roma, dove ha acquisito esperienza chirurgica open ed endoscopica.

Si è interessato di ESWL per la terapia della calcolosi urinaria istituendo un centro di ESWL presso RM1 che ha gestito per 10 anni.

Ha svolto incarico ambulatoriale S.U.M.A.I e ha svolto la sua attività presso l’Ospedale di Anagni e presso gli Ospedali Nuovo Regina Margherita, San Giacomo, San Camillo e Sant’Andrea di Roma.

Attualmente svolge la sua attività di chirurgo urologo come libero professionista presso varie cliniche private e  convenzionate. E’ affiliato ONG “Mission bambini” con la quale si reca due volte l’anno preso l’Ospedale Orotta di Asmara (Eritrea) per eseguire interventi chirurgici di urologia e chirurgia.

COMPETENZE SPECIFICHE

Esegue ecografia urologica, chirurgia urologica open, endoscopica e laparoscopia. Annovera nella casistica operatoria numerosi interventi chirurgici maggiori quali nefrectomie, cistectomie, prostatectomie radicali in aggiunta agli interventi di elezione più frequenti (TUR-P, TUT-B, ULT, etc).

Il Dott. Carluccini e l’importanza dell’Uroflussometria nella diagnosi urologica

L’uroflussometria è un esame diagnostico essenziale nel rilevare e monitorare diverse patologie urologiche. Attraverso l’utilizzo di un uroflussometro, l’urologo può misurare oggettivamente la velocità e il volume dell’urina espulsa durante la minzione, fornendo dati preziosi sulla funzionalità del tratto urinario inferiore.

La diagnosi tempestiva e accurata mediante l’uroflussometro unita alla decennale esperienza del Dott. Carluccini rappresentano una coppia vincente nella scelta del trattamento più adeguato volta a  migliorare la qualità della vita del paziente.

La preparazione richiesta al paziente include bere fino a un litro di acqua non gassata nei 60-120 minuti precedenti all’esecuzione dell’esame. Di norma non si dovrebbe urinare nelle due ore precedenti allo svolgimento dell’esame, tuttavia è anche vero che il riempimento della vescica non deve essere eccessivo, altrimenti l’esame potrebbe risultare compromesso.

Tra le disfunzioni che è possibile diagnosticare grazie all’utilizzo dell’uroflussometro vi sono:

IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA

Si tratta di una condizione comune negli uomini anziani, dove l’ingrossamento della prostata può ostacolare il flusso urinario.

SINTOMI DEL BASSO TRATTO URINARIO (LUTS)

Essi includono difficoltà nell’iniziare la minzione, sensazione di svuotamento incompleto della vescica e minzione frequente. Attraverso l’esame, è possibile determinare se questi sintomi sono dovuti a causa ostruttiva, come stenosi uretrale, o disfunzioni vescicali.

INCONTINENZA URINARIA

L’uroflussometria aiuta a stabilire se ci sono anomalie nel rilascio dell’urina, che possono indicare problemi muscolari o neurologici.

VESCICA NEUROLOGICA

L’uroflussometria è indispensabile nella valutazione di pazienti che affetti dalla cosiddetta vescica neurologica, una disfunzione vescicale (flaccida o spastica) causata da un danno neurologico e che non curata può portare a gravi complicanze.

Prenota subito una Visita Urologica comprensiva di Uroflussometria con il Dott. Carluccini  e scopri come risolvere il tuo problema di salute