Logo del 2Effe Medica Center, il Poliambulatorio di Roma San Pietro 2Effe Medical Center
Poliambulatorio Roma

Sono posti nella parte più bassa del corpo, quindi a volte potremmo dimenticarne l’importanza, ma i nostri piedi sono una parte del corpo da tenere cara. Essi rappresentano la base di appoggio di tutto il corpo che lo sostiene e ne determina il corretto mantenimento dell’equilibrio e della postura. Molti tendono a sottovalutare l’importanza di prendersi cura dei propri piedi, trascurando alcune patologie del piede che sembrano non molto gravi. Tra queste vi è l’ iperchératosi del piede, una condizione caratterizzata dall’ispessimento e indurimento della pelle. Calli, duroni, occhi di pernice, in tutte le sue diverse espressioni l’iperchératosi è un problema comune, ma spesso trascurato. Molti non si rendono conto che questa condizione può portare a disagio e dolore, influenzando la qualità della vita quotidiana. Quali sono allora cause e sintomi dell’iperchératosi? Se ho calli o duroni devo rivolgermi ad un estetista o ad un podologo? Quali sono i rimedi?

Che Cos’è l’Iperchératosi del Piede?

L’iperchératosi del piede si manifesta con un ispessimento della pelle, una reazione naturale del corpo a pressione o attrito costante. Le aree più comunemente interessate includono la pianta del piede (iperchératosi plantare), il tallone, e talvolta le dita. Questo ispessimento pelle piedi non è grave se trattato da un professionista nella cura del piede, ovvero da un podologo. Ma se non trattato e trascurato, può portare a una lesione iperchératosica, causando dolore e disagio durante la deambulazione. È essenziale comprendere che l’iperchératosi non è solo un problema estetico. Piuttosto, è un problema che può essere indicativo di altre condizioni del piede che richiedono attenzione medica.

Iperchératosi Della Pelle: Alcuni Sintomi Comuni

I sintomi dell’iperchératosi includono la formazione di pelle dura e ispessita nei punti di maggiore pressione sui piedi. Questo può manifestarsi sotto forma di calli o duroni, con un colore giallastro e una texture ruvida. Il dolore e il disagio sono spesso presenti, specialmente durante la camminata o quando si indossano scarpe strette. Le aree più frequentemente interessate sono la pianta del piede e il tallone, ovvero nei punti del dove la pressione è maggiore.

Calli e Duroni: Ho Bisogno di Estetista o Podologo?

immagine che mostra un piede sano nello studio di un podologo e un piede malandato in uno studio estetico

Calli e duroni: estetista o podologo?

Aver cura dei i propri piedi include mantenerli sia belli che in salute. Nel caso di ipercheratosi del piede è bene ricordare che esso non rappresenta solo un problema estetico, ma è spesso sintomo di altre condizioni del piede che richiedono attenzione medica.
L’estetista si concentra sull’aspetto esteriore dei piedi, rimuovendo le cuticole, eliminando eventuali callosità per rendere la pelle liscia e morbida ed eseguendo uno scrub delicato per eliminare le impurità della pelle. Il podologo invece 
attraverso un trattamento podologico, mira a risolvere i problemi di salute dei piedi.
Affidarsi a un podologo per il trattamento dei calli garantisce un approccio sicuro e specializzato. Nel corso di una visita podologica esaminerà i piedi per valutare l’entità dell’ispessimento della pelle, escludere altre condizioni podologiche e distinguere l’iperchératosi piede da altre condizioni simili, come le verruche plantari, che possono richiedere un trattamento diverso.
Prenota una visita podologica con la Dott.ssa Wally Massaro

Iperchératosi Cutanea: Rimedi e Prevenzione

Il trattamento dell’iperchératosi varia a seconda della gravità e della causa sottostante. Il podologo sarà in grado di diagnosticarne la gravità e dare indicazioni su come intervenire. Nel caso di calli o duroni più severi, il podologo potrà rimuovere in sicurezza l’ispessimento pelle piedi eccessivo e fornire consigli su scarpe adatte e l’utilizzo di un plantare ortopedico su misura per ridurre la pressione sui piedi. In casi lievi potrebbero bastare rimedi più casalinghi o buone pratiche di igiene e cura regolare del piede grazie ai quali prevenire l’insorgere ed evitare l’aggravarsi dell’iperchératosi. Tra questi vi sono:

  1. Bagno di Piedi in Acqua Tiepida: Immergere i piedi in acqua tiepida per circa 15-20 minuti può ammorbidire la pelle dura e ispessita. Questo passaggio è particolarmente utile prima di tentare qualsiasi tipo di esfoliazione.
  2. Pietra Pomice: Dopo aver ammorbidito la pelle con un bagno di piedi, utilizzare delicatamente una pietra pomice per rimuovere lo strato superiore di pelle morta. È importante procedere con cautela per evitare irritazioni o lesioni.
  3. Oli Essenziali: Oli come l’olio di tea tree o l’olio di lavanda possono avere proprietà antisettiche e lenitive. Mescolarli con un olio vettore, come l’olio di cocco o di mandorle, e massaggiare delicatamente sulla zona interessata può aiutare a idratare la pelle e a promuovere la guarigione.
  4. Crema Idratante: Applicare regolarmente una crema idratante ricca, preferibilmente dopo il bagno o la doccia quando la pelle è ancora umida, può aiutare a mantenere la pelle dei piedi morbida e prevenire ulteriori ispessimenti.
  5. Impacchi con Aloe Vera: L’aloe vera è nota per le sue proprietà lenitive e idratanti. Applicare il gel di aloe vera direttamente sui talloni o sui calli può aiutare a ridurre l’ispessimento della pelle e a lenire le aree irritate.
  6. Calzature Adeguate: Scegliere scarpe comode e ben aderenti può aiutare a prevenire l’ulteriore formazione di calli e duroni.

In conclusione possiamo dire che l’ipercheratosi del piede è una condizione non grave ma che, se trascurata, può portare a disagio e dolore. È fondamentale riconoscere l’importanza di una cura professionale del piede. Consultare il podologo anziché limitarsi a soluzioni estetiche, è essenziale per una gestione efficace dell’ipercheratosi. Così potrai dimostrare anche tu di considerare i piedi una parte del corpo da tenere molto cara.

Scopri tutti i trattamenti di Podologia disponibili presso il nostro poliambulatorio