Logo del 2Effe Medica Center, il Poliambulatorio di Roma San Pietro 2Effe Medical Center
Poliambulatorio Roma

“Gli scacchi sono una questione di tempismo. Non è sufficiente giocare la mossa giusta, devi anche giocarla al momento giusto.” Così il grande campione di scacchi Bobby Fischer definiva una caratteristica fondamentale di uno degli sport della mente più diffuso al mondo. Ma il tempismo è fondamentale anche negli sport fisici. Infatti a rendere molte prestazioni non ottimali non è solo un movimento sbagliato, ma anche averlo compiuto al momento sbagliato. Qui entra in gioco la vista e la necessità di allenarla al fine di migliorare la propria prestazione atletica. Parliamo di visual training, una metodologia che sta dando una nuova dimensione all’allenamento. Mentre il concetto guadagna popolarità a livello globale, visual training Roma emerge come un termine di ricerca in crescita, poiché la capitale italiana si afferma come un centro di eccellenza per questa pratica. Ma vediamo meglio cos’è il Visual Training, come l’Esame della Vista può aiutare uno sportivo e cosa lega Vista e Sport?

Visual Training per lo Sport: che cos’è?

Il visual training, o training visivo per lo sport, si focalizza sull’affinamento delle capacità visive degli atleti per migliorare le loro performance in campo. Dall’acuità dinamica alla percezione della profondità, dagli schemi di riconoscimento alla coordinazione occhio-mano, il visual training sportivo è un insieme di tecniche ed esercizi volti a potenziare la velocità e l’efficacia del processo visivo. A Roma, il visual training sportivo sta trovando una casa, con atleti e squadre di diversi livelli che cercano specialisti in questo ambito. Questo interesse crescente ha portato alla creazione di studi e centri dove il visual training sportivo è personalizzato per rispondere alle esigenze specifiche di ogni disciplina sportiva.

Il training della vista per lo sport: le testimonianze degli atleti

Gli atleti di livello olimpico, come la nuotatrice italiana Federica Pellegrini, hanno incorporato il training visuale nella loro routine. “L’allenamento visivo è stata la chiave per migliorare il mio tempo di reazione allo start e per ottimizzare il riconoscimento della virata” , afferma la Pellegrini. Simili testimonianze provengono da giocatori di calcio della Serie A, che hanno notato miglioramenti significativi nella precisione dei passaggi e nella lettura del gioco grazie alla formazione visiva.

Caso Studio: l’allenamento visivo nel Basket

Un caso di studio significativo riguarda la squadra di basket di Roma, i cui giocatori hanno sperimentato un programma di visual training optometrico per sei mesi. I risultati hanno evidenziato un miglioramento del 30% nell’acuità dinamica e una riduzione del 25% nei tempi di reazione. Questo si è tradotto in una maggiore percentuale di tiri liberi riusciti e un miglior tracciamento della palla durante i giochi.

Metodi di Visual Training Approfonditi

Il visual training si avvale di diverse tecniche, tra cui esercizi con tavole di percussione e software di simulazione che migliorano la percezione periferica. Programmi di allenamento visivo per lo sport includono anche attività come il tracciamento di oggetti in movimento ed esercizi per affinare la capacità di anticipare gli eventi visivi. Questa metodologia di allenamento si sta affermando come un tassello fondamentale nel puzzle dell’allenamento sportivo di alto livello. Che si tratti di affinare l’acuità dinamica o di migliorare la coordinazione occhio-mano, il training della vista offre agli atleti gli strumenti per eccellere nella loro disciplina sportiva. Mentre il visual training Roma continua ad essere un punto di riferimento per gli sportivi italiani, è chiaro che il valore di questo allenamento si estende ben oltre i confini della Città Eterna, offrendo a tutti gli atleti una nuova frontiera per l’eccellenza nel loro sport.

Se sei uno sportivo non perdere tempo, ma rivolgiti subito ad un professionista della vista per un consulto oculistico e farai la mossa giusta al momento giusto.