Logo del 2Effe Medica Center, il Poliambulatorio di Roma San Pietro 2Effe Medical Center
Poliambulatorio Roma

Con l’arrivo dell’estate è normale assistere a vere e proprie ondate di calore e caldo asfissiante. In risposta locali pubblici e attività commerciali si preoccupano di creare un ambiente fresco e vivibile per clienti e frequentatori. Così ci si ritrova ad entrare accaldati in quello che pensavamo essere un negozio e invece si rivela essere una piccola ma significativa succursale del polo nord. Si accendono allora dolori muscolari vari e l’idea che aria condizionata e cervicale non siano molto amici.

L’uso del condizionatore in estate è una questione che causa sempre grandi dibattiti. Da una parte c’è la necessità di sopravvivere a giornate di caldo sempre più anomale e dall’altra ci sono i rischi per la salute causati da shock termici. Come ci si può proteggere da cervicalgia e dolori muscolari dovuti all’uso di climatizzatori.

Aria condizionata fa male alla cervicale?

Prima di vedere come proteggersi dagli effetti uno shock termico, è bene considerare una domanda che molti si pongono, ovvero l’aria condizionata fa male alla cervicale? Il colpevole del tuo dolore al collo è davvero il climatizzatore?

Per trovare la risposta bisogna considerare innanzitutto che il climatizzatore può non esser causa di shock termici se utilizzato in maniera responsabile. Nell’utilizzo del climatizzatore in estate è necessario tener conto di alcuni parametri che compongono il microclima dell’ambiente in cui verrà utilizzato.

Tra questi parametri ci sono la temperatura, l’umidità e la ventilazione. Può non essere molto utile aumentare la ventilazione quando la temperatura supera i 32°, così come potrebbe non essere necessario abbassare la temperatura quando a causare il caldo è un alto tasso di umidità. In questo caso potrebbe bastare mettere il clima in modalità deumidificatore. Ogni anno il Ministero della Salute da indicazioni utili e raccomandazioni preziose su come affrontare il caldo ed evitare rischi inutili.

Dolore al collo e climatizzatore: come proteggersi?

Sono molte le cause che fanno scatenare dolori muscolo scheletrici. Tra questi vi troviamo spesso lo stress e l’accumulo di tensione che esso genera, postura scorretta e sedentarietà legati a tipologie di lavoro che costringono a stare molte ore nella stessa posizione. Ecco che una muscolatura già contratta potrebbe facilmente desistere di fronte ad un ulteriore contrazione causata da un colpo di aria fredda.

Il miglior modo per proteggersi dall’aria condizionata è perciò innanzitutto quello di accertarsi di usare in maniera corretta il condizionatore, impostandolo nel modo giusto e facendo una corretta e regolare pulizia del dispositivo. E’ anche importantissimo non trascurare contratture più o meno lievi aspettando semplicemente che il dolore passi. Altrimenti ogni volta che siamo esposti all’aria fredda del climatizzatore potremmo correre il rischio di bloccarci.

Rivolgiti al tuo medico e scopri come un buon percorso fisioterapico può aiutarti a risolvere il tuo problema muscolare. Se invece già sei andato dal medico e sai benissimo di aver bisogno di fare fisioterapia non rimandare di prenotare le tue sedute di fisioterapia. Prenota subito!