Logo del 2Effe Medica Center, il Poliambulatorio di Roma San Pietro 2Effe Medical Center
Poliambulatorio Roma

Evitare infortuni nella corsa: 3 consigli utili

“Don’t run with your legs run with your heart”. Queste parole attribuite al maratoneta statunitense Dean Karnazes ben illustrano quanto la passione nella corsa sia l’elemento chiave di un vero runner. Un ruolo non meno importante lo gioca però anche la tecnica di corsa, non solo nel determinare il livello di prestazione, ma anche e soprattutto per evitare infortuni nella corsa più o meno gravi.

Evitare infortuni nella corsa è davvero possibile? La risposta è: SI! E per riuscirci è necessario seguire alcuni accorgimenti basilari per chiunque pratichi sport. Scopriamo insieme quali sono le principali cause di infortuni corsa e come riuscire a prevenirli.

Infortuni corsa running: le cause

Parlando di corsa infortuni frequenti riguardano soprattutto le articolazioni che subiscono maggiori sollecitazioni e sono quindi più coinvolte nel gesto atletico, ovvero anche, ginocchia, gambe e piedi.

Infortunio piede

Tra gli infortuni al piede più comuni vi sono la comparsa di vesciche, la distorsione della caviglia, la fascite plantare. A monte di tali problematiche vi è generalmente l’utilizzo di scarpe non adeguate, una scorretta posizione del piede legata anche ad un’altrettanto scorretta postura o allenamenti eccessivi. Grazie ad un esame baropodometrico che analizza il piede in fase di appoggio e di cammino è possibile determinare la presenza di altre cause che generano un problema al piede. In questo modo, oltre a seguire i consigli del medico ortopedico volti a curare i sintomi, sarà possibile anche prevenire agendo in anticipo sulla vera origine del problema.

Guarda come il nostro tecnico ortopedico esegue un esame baropodometrico

Infortunio anca corsa

Per molti runners, l’anca rappresenta un punto debole. Sono molte le patologie dell’anca che il medico ortopedico sarà in grado di diagnosticare in fase di visita e che influiscono sulla possibilità e le modalità di corsa. Ma il più delle volte, viene riscontrata una rigidità dell’anca, ovvero una mobilità articolare ridotta causata anch’essa da allenamenti eccessivi e mancato o insufficiente lavoro di stretching.

Infortunio polpaccio corsa

Può capitare di sentire una forte fitta al polpaccio che impedisce di correre o un crampo che si manifesta dopo un po’ che si è iniziato a correre. Strappi, stiramenti o una forte infiammazione del tendine d’Achille possono essere spesso evitate con un buono stretching e una corretta tecnica di corsa.

Correre bene e veloce senza infortuni: come fare

Abbiamo capito che tra le cause principali di infortuni nella corsa ci sono l’utilizzo di scarpe non adatte alla corsa, allenamenti eccessivi o non adatti alla propria condizione fisica e anche una tecnica di corsa non corretta. È più facile così trovare le soluzioni e i modi per una buona prevenzione infortuni.

Consiglio n°1: Plantari e scarpe da running

Scegliere scarpe adatte alla corsa e utilizzare plantari dinamici contribuisce in maniera significativa ad evitare infortuni e migliorare le prestazioni atletiche. Un’analisi del piede tramite esame baropodometrico eseguito da un tecnico ortopedico può essere il miglior punto di partenza per fare la scelta giusta.

Contattaci per un plantare sportivo su misura personalizzato in base alle tue esigenze

Allenamenti adatti alla propria condizione fisica

Per evitare allenamenti troppo lunghi e troppo impegnativi è necessario innanzitutto stabilire cosa è “troppo” per te. Ognuno di noi ha infatti capacità e necessità diverse e ciò rende fondamentale preoccuparsi prima di tutto di conoscere la propria condizione fisica per poi sapere come regolarsi. Una visita medico sportiva è il modo migliore per sapere se e come il nostro corpo è in grado di praticare una qualsiasi attività sportiva.

Migliorare la tecnica di corsa

Una volta compresa qual è la propria condizione fisica, allora sei pronto per lavorare sulla tecnica. Affidandoti ad un buon allenatore potrai conoscere tutte le tecniche per correre bene. Un buon consulente running ti permetterà di conoscere come eseguire correttamente i gesti tecnici e i movimenti ritmici che determinano il ciclo del cammino sia in fase di appoggio che in fase di oscillazione. Allora sì che sarai pronto a correre, non solo con le gambe, ma con tutto il cuore.